Tour Ecuador Experience

Sapori unici ed autentici: un’esplosione di colori! Ecuador Experience è quel viaggio relax che combina conoscenza, esperienza, natura ed autenticità! Benvenuti nell’ombelico del mondo!

In questo viaggio avrete l’opportunità di incrociare lungo il vostro cammino fauna mai avvistata, popolazione dai caldi colori, fondali marini dai ricchi pesci mai inesplorati, cultura dei tempi passati mai conosciuti. Un viaggio quindi adatto ed adattabile a quel viaggiatore che non vuole abbandonare l’idea di un tour cultura al caldo relax di un mare magnifico.

Ecuador Experience si può anche adottare come punto di partenza, per poter costruire insieme a Voi e su misura la Vostra esperienza di viaggio.

Le partenze sono garantite con un minimo di 2 persone. al raggiungimento di 10 iscritti sullo stesso tour, i servizi saranno in esclusiva per il gruppo con guida privata in italiano..

 

 

10 notti/11 giorni

Itinerario: Quito – Otavalo – Cotopaxi – Galapagos – Guayaquil

Biglietti ingresso inclusi in tutti i parchi Nazionali

 

Tour in regolare con guida in lingua italiana

Min. 2 partecipanti 

1° GIORNO           QUITO

Incontro con la guida e trasferimento dall’aeroporto all’hotel e pernottamento.

 

2° GIORNO           OTAVALO – QUITO

Dopo la prima colazione inizia la visita della regione a nord della capitale, della terra degli Otavalos ed al mercato indigeno più famoso del Sud-America; si percorre la Strada Panamericana, attraversando montagne con paesaggi straordinari, verso il mercato di tessuti di Otavalo , famoso per ponchos, scialli, coperte, arazzi, cinture di tessuto, cappelli, borse e molto altro. Qui gli Otavalos hanno un contegno particolare: vendono in silenzio, in contrasto col rumore assordante degli altri mercati latinoamericani; prendetevi tempo per negoziare i migliori prezzi!. Successivamente si visita Peguche, una piccola popolazione indigena, molto vicino ad Otavalo, dove vivono gli artigiani che tessono ancora nelle proprie case; gli ospiti potranno imparare la loro cultura ed il loro modo di vita. Il pranzo si serve in una dalle locande o tenute dell’area. Nel pomeriggio ritorno a Quito. Pranzo in corso di escursione. Sistemazione e pernottamento in hotel.

 

3° GIORNO           QUITO – COTOPAXI – QUITO

Partenza da Quito di prima mattina in pullman lungo la strada Panamericana verso il sud, per visitare il Parco Nazionale Cotopaxi, un santuario ecologico di 36.000 ettari, attorno al magnifico Vulcano Cotopaxi che si alza fino a 5.897 metri sul livello del mare. Il paesaggio della catena montuosa ecuadoriana sempre verde è splendido, con valli, colline e con coltivazioni multicolori. Dopo un’ora e mezza di strada, si arriva all’entrata principale dal parco e si continua a piedi per circa un’ora. Arrivando al Parco si terra una presentazione introduttiva dell’habitat della landa andina, la sua flora e fauna, nel piccolo Centro di Interpretazione. Quindi si prosegue fino al bordo della Laguna di Limpiopungo, dove si trova una gran varietà di uccelli ed occasionalmente cavalli selvaggi. Nei giorni sereni si può ammirare come panorama l’innevato cono perfetto del Vulcano Cotopaxi. Una breve camminata nei paraggi della laguna permette di osservare da vicino la flora e la fauna andina. Il pranzo sarà servito in un ristorante dall’area prima di ritornare a Quito nel pomeriggio. Rientro in hotel e pernottamento.

 

4° GIORNO           QUITO

Colazione in hotel. Iniziamo la nostra giornata attraverso un percorso nel centro di Quito Coloniale per ammirare questo gioiello urbano ed i suoi tesori d’arte ed architettura. Il quartiere coloniale di Quito, il maggiore e meglio preservato del Sud-America, fu nominato dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità. La passeggiata comincia nella Piazza dell’Indipendenza, circondata dalla Cattedrale, il Palazzo Presidenziale, il Municipio ed il Palazzo Arcivescovile. Visita alla Chiesa della Compagnia di Gesù con il suo meraviglioso interno dorato. Quindi proseguimento verso il Monastero di San Francisco, uno dei principali monumenti religiosi del Nuovo Mondo, la sua impressionante facciata e l’atrio, il suo interno: un barocco influenzato dallo stile moresco, con la vergine alata di Quito nel suo altare maggiore. Continua il percorso verso il monumento Equatoriale, a 25 chilometri al nord di Quito che segna la meta esatta della terra, latitudine 0°, dove ci si può fermare con un piede in ogni emisfero. Visita del Museo Etnografico all‘interno del monumento, che mostra i differenti gruppi indigeni che vivono nell’Ecuador. Vicino al monumento si trova il paese coloniale con la sua piazza principale, la Chiesa, la posta, l’arena dei tori, i ristoranti e molti negozi di souvenir e cartoline. A tutti sarà consegnato un diploma per avere attraversato la linea equatoriale. Sistemazione e pernottamento in hotel.

 

5° GIORNO           QUITO – ISOLA BALTRA – ISOLA FERNANDINA                                                                      

Trasferimento in aeroporto e volo per le Galapagos; arrivo in mattinata sull’Isola di Baltra e trasferimento immediato al molo per imbarcarsi sulla MN SANTA CRUZ. Briefing di benvenuto introduttivo e pranzo. Nel pomeriggio, sbarco asciutto per esplorare la costa e l’interno dell’Isola Seymour Norte, osservando colonie di sule piedi blu, due specie di fregate, pellicani dalla coda di rondine oltre a leoni marini e iguane marine. Possibilità di fare snorkeling o esplorare la costa. Briefing informativo per le visite del Giovedì, welcome cocktail, cena e pernottamento.

 

6° GIORNO           ISOLA FERNANDINA – ISOLA ISABELA

Colazione a bordo. Si prosegue verso Punta Vicente Roca (Isola Isabela). Poiché non ci sono luoghi per sbarcare in questa zona, l’esplorazione della costa avviene con il dinghy, mentre la guida naturalistica spiega la spettacolare geologia dell’area con resti di colate laviche e strati di tufo. Questo è il luogo di annidamento dei cormorani che non volano, l’unico esemplare esistente oltre al pinguino di uccello marino che ha cambiato la loro condizione di volatile in uccello nuotatore. La fauna qui comprende anche leoni marini, foche con la pelliccia delle Galapagos, pinguini delle Galapagos, sule piedi blu e mascherate e sterne. A seconda delle condizioni dell’oceano sara possibile organizzare un’immersione lungo le scogliere del vulcano parzialmente sommerso Ecuador, vicino la punta nord dell’Isola Isabela. Quest’area ha una vita marina molto ricca ed è stagionalmente visitata dalle tartarughe verdi e dal pesce luna (mola mola). Pranzo a bordo. Nel pomeriggio, visita alla più giovane delle Isole dell’arcipelago, Fernandina. Sbarco asciutto per una camminata di 2 chilometri su lava scura. Punta Espinoza possiede una combinazione fantastica di rocce di lava nuova e tante specie animali. Non avendo mammiferi introdotti, Fernandina vanta un ambiente incontaminato e la più alta densità di iguane marine che condividono l’habitat dell’Isola con leoni marini, variopinti granchi di scogliera, falchi delle Galapagos, pinguini e il cormorano che non vola. Possibilità di fare snorkeling lungo la costa. Briefing sulle escursioni del Venerdì, cena e pernottamento.

 

7° GIORNO           ISOLA ISABELA – SANTA CRUZ – ISOLA FLOREANA

Colazione a bordo. Al termine si sbarca a terra, a nord ovest di Isabela. La nascosta Caleta Tagus fu nei secoli passati un luogo privilegiato per l’ancoraggio di pirati e balenieri. Si trovano ancora vecchi graffiti sulle pareti rocciose. La vegetazione dell’area comprende il fragrante albero Palo Santo. Questi alberi dal tronco bianco, rimangono senza foglie e sembrano morti per la maggior parte dell’anno; durante la stagione umida questi arbusti ritornano alla vita, rimettendo le foglie. Una passeggiata in salita porta gli ospiti dietro al cratere Darwin, riempito di acqua salata. La vista emozionale da quel punto panoramico, ripaga la fatica della salita. Il Darwin è uno dei 6 vulcani dell’Isola Isabela; è in significativo contrasto con le basse isole verso l’est dell’arcipelago. È previsto un giro in panga lungo la costa vulcanica della baia per vedere sule, pinguini, cormorani che non volano, sterne e leoni marini. Possibilità di nuotare, fare snorkeling. Dato che non ci sono spiagge in quest’area, le attività vengono svolte dai panga. Pranzo a bordo. Dopo pranzo si prosegue verso Bahia Urbina. Sbarcheremo nelle acque ai piedi dei vulcani Alcedo e Darwin, a ovest dell’Isola Isabela, emersa dall’oceano nel 1954. Qui si possono ancora osservare resti del fondo marino come coralli, conchiglie e altri organismi calcarei. Quest’area ospita anche una nutrita e molto colorata colonia di iguane terrestri (endemiche) ed è un ottimo posto per osservare fringuelli di Darwin e occasionalmente tartarughe giganti. Lungo la costa, dopo la scalata si osservano cormorani che non volano e pinguini che si immergono in questa bella baia. Briefing per il giorno seguente e cena.

 

8° GIORNO           ISOLA FLOREANA – BALTRA

Colazione a bordo. In mattinata sbarco a terra per visitare la Stazione Scientifica Charles Darwin e il programma di allevamento in cattività delle tartarughe giganti, includendo celebrità quali il Solitario George, all’interno di un’impressionante bosco di cactus giganti che ospita molti uccelli terrestri. Questo è il quartier generale della ricerca scientifica, della conservazione e dell’amministrazione del Parco Nazionale. Pranzo ai bordi della piscina del Finch Bay Eco Hotel. Dopo pranzo, trasferimento in bus verso la parte alta dell’Isola Santa Cruz, per entrare nella famosa riserva delle tartarughe giganti e osservare l’incredibile migrazione che questi rettili giganti devono affrontare ogni anno per nutrirsi e riprodursi. Santa Cruz ospita una delle più grandi popolazioni di tartarughe delle Galapagos. Il recinto è incorniciato da una lussureggiante vegetazione e possono essere avvistati numerose specie di rari uccelli terrestri tra cui il fringuello picchio, una delle poche specie al mondo che utilizzano il becco come strumento. Ritorno a Puerto Ayora e imbarco. Piano delle escursioni per il giorno seguente e cena.

 

9° GIORNO           BALTRA – GUAYAQUIL O QUITO

Colazione a bordo. In mattinata visita alla Bahia de Correos. Un breve passeggiata porta alla storica cassetta delle lettere (barril de correos), luogo risalente al 1793, dove si possono lasciare delle cartoline in modo che i viaggiatori di altre navi le possano prendere e consegnare a mano alle varie destinazioni, come succede da oltre 200 anni. Vicino a questa Baia, si esplora la costa Nord di Floreana lungo stretti canali pieni di vita. Si possono osservare mante, tartarughe marine e leoni marini che nuotano vicini ai panga. Dopo uno sbarco in acqua e una breve camminata alla cima del cono vulcanico, si arriva alla Torre Mirador – della baronessa, dove si può ammirare tutta la costa nord di quest’Isola. Le guide naturalistiche spiegheranno l’affascinante passato di quest’isola. Pranzo a bordo. Punta Cormorant / Corona del Diablo (Isola Floreana) Dopo pranzo, sbarco in acqua a Punta Cormorant, su una spiaggia di color verde perché contiene cristalli di olivina. Una facile passeggiata porta ad una laguna salmastra dove fenicotteri, anatre, pavoncelle, aironi e altri uccelli sono facilmente avvistati. Si visita anche una spiaggia corallina, utilizzata dalle tartarughe marine per la nidificazione (da Dicembre a Maggio). Possibilità di fare snorkeling o un’escursione in una barca con fondo di vetro nei pressi della “Corona del Diavolo”. Briefing per le partenze, cocktail d’arrivederci e cena.

 

10° GIORNO         GUAYAQUIL O QUITO

Sbarco sull’Isola di Baltra e trasferimento all’aeroporto per prendere il volo di ritorno per il continente. Trasferimento con guida dall’aeroporto all’hotel. Alloggio presso l’hotel Hilton Colon di Quito, pasti liberi e pernottamento.

 

11° GIORNO         GUAYAQUIL O QUITO / ITALIA

Colazione in hotel. Successivamente trasferimento con la guida.

Scarica le partenze ed i prezzi

 

This entry was posted in Experience and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.